Medicina cinese e il cancro del fegato

Il cancro del fegato è rabbia repressa sia secondo la MTC che per l’omeopatia e la psicobiologia : la medicina cinese e il cancro del fegato si uniscono nell’interpretazione psicobiologica della proliferazione cellulare cancerosa.

Dalla MTC sappiamo che materia ed energia si trasformano continuamente l’una nell’altra, e nell’organismo umano questa trasformazione è modulata nel tempo, da meccanismi PNEI (psiconeuroendocrinoimmunologici) per dirla all’occidentale, in modo che si capisca l’importanza degli ormoni nelle varie fasi della vita in relazione alla riproduzione della specie, secondo i Cinesi dal meccanismo della Legge dei 5 movimenti o 5 elementi che è alla base del divenire continuo materia ed energia che nell’organismo umano è essenza vitale sottratta al cibo e mescolata all’aria denominata Qi secondo la MTC.Maggiori informazioni

Decreto ministero salute su cannabis medica

cannabis medica

In Italia l’utilizzo della cannabis medica ha avuto una chiara regolamentazione a partire dal DMS 09/11/2015 che con la necessità di definire la creazione dell’Organismo Statale per la Cannabis per la produzione nazionale (vedi Progetto Pilota a cura dello stabilimento chimico-farmaceutico militare di Firenze SCFM), coglie anche l’occasione nel definirne gli ambiti assistenziali (cure palliative/compassionevoli), la forma  di somministrazione (fitopreparato galenico),  fino alle patologie a partire dai sintomi che devono essere resistenti ai trattamenti farmacologici usuali, individuando così sei categorie: 1) dolore con spasticità (sclerosi multipla,SLA etc) 2) dolore cronico neuropatico e non (fibromialgia, artrite, neuropatie etc) 3) Nausea e vomito (chemio, tumori) 4) Anoressia nervosa e cachessia (cancro, AIDS etc)  5) Glaucoma 6) S. di Gilles de la Tourette.

PDF