Privacy Policy

Scuola di Micomedicina

Promuove l’attività’ didattica finalizzata alla diffusione presso la classe Medica della pratica medica definita “micomedicina” che si pone come ponte tra l’oriente e le teorie e prassi medica della medicina tradizionale cinese ed il loro uso quali fitopreparati dei funghi, con l’occidente e le teorie del pleomorfismo e delle dosi infinitesimali od omeopatiche, pratiche unite dalla conoscenza morfobotanica e tassonomica del III regno del mondo vivente e della più moderna ricerca scientifica applicata micologica (pratiche considerate svantaggiate rispetto alla medicina tecnologica). Compito della Scuola è contribuire ad elaborare (congiuntamente al Comitato Scientifico e ai settori operativi), oltre ai programmi didattici, anche i presupposti teorico-dottrinali della MICOMEDICINA sulla base di quanto detto in precedenza, ed altresì il percorso formativo ed i contenuti professionali della figura del MICOMEDICO (ovvero figura di medico svantaggiato socialmente/individualmente che vuole poter utilizzare i funghi in primis su sé stesso). E’ prevista la possibilità di formare, sempre tra le categorie sanitarie in condizioni di svantaggio sociale/individuale, la figura del MICOPATA che, partendo dall’attestato di micologo ai sensi del DM 686/96, voglia procedere in un percorso simile al naturopata ma attraverso i funghi. Il Consiglio Direttivo emana il Regolamento di funzionamento della Scuola e nomina il Direttore e Vice tra coloro con particolari meriti nei campi Scientifici e della Didattica e della Scienza della Comunicazione.

Nell’ambito del Regolamento, nel rispetto delle peculiarità e delle necessità didattiche, verranno stabiliti i criteri e le modalità per una relativa autonomia organizzativa e finanziaria della Scuola di Micomedicina.

 

Sezioni locali della Micomedicina ONLUS.

Il Consiglio Direttivo può autorizzare la costituzione di Sezioni Locali della MICOMEDICINA.

 

Le Sezioni dovranno inviare alla sede centrale MICOMEDICINA gli elenchi degli iscritti e le quote associative come da apposito Regolamento del Consiglio Direttivo che ne dovrà anche disciplinare le modalità di costituzione di funzionamento.

Rispondi